Category: History In Italian

Rivoluzione conservatrice e fascino ambiguo della tecnica by Andrea Benedetti

By Andrea Benedetti

Il lavoro, frutto di numerosi e prolungati soggiorni di ricerca in Germania presso università e archivi specialistici, letterari e militari, pubblici e privati, si caratterizza consistent with l’approccio filologico e los angeles presentazione di materiale inedito relativo alla discussa figura dello Jünger weimariano. l. a. ricostruzione diacronica delle varie “fasi” del nazionalismo jüngeriano punta a intersecarsi con l’evoluzione dell’altro tema centrale del saggio, los angeles tecnica nel primo Jünger, according to riconsiderare in chiave estetica l’intero primo periodo dell’opera dell’autore entro il quadro dell’avanguardismo del primo Novecento tedesco ed europeo. In questo senso l’abbondante citazione di materiale inedito si prefigge lo scopo di rifuggire tanto da toni agiografici quanto da banali semplificazioni e mistificazioni, che spesso caratterizzano los angeles Jünger-Forschung su opposti fronti ideologici. Ciò costituisce los angeles peculiarità e l’elemento di novità del testo rispetto allo stato attuale della ricerca jüngeriana nel suo insieme.

Show description

Continue reading Rivoluzione conservatrice e fascino ambiguo della tecnica by Andrea Benedetti

Il grande dandy: Vita spericolata di Raimondo Lanza di by Marcello Sorgi

By Marcello Sorgi

"Ha il cilindro in keeping with cappello, due diamanti in line with gemelli, un bastone di cristallo, l. a. gardenia nell'occhiello, e sul candido gilet un papillon di seta blu": con queste parole in Vecchio frac, una delle sue canzoni più famose, Domenico Modugno nel 1955 ricorderà con commozione, un anno dopo l. a. scomparsa, il leggendario principe siciliano Raimondo Lanza di Trabia. Misterioso tombeur de femmes, personaggio fascinoso e brillante, doppiogiochista imprevedibile, il principe e los angeles sua fulminea vicenda si perdono sfuggenti tra le pieghe reali e fantastiche della storia del Novecento italiano, e non solo. Ma il suo by myself mitico non accenna a dissolversi. È possibile che un uomo solo sia stato fi danzato di Susanna Agnelli, amante di Joan Crawford, amico forse più che intimo di Edda Ciano e Rita Hayworth, a lungo frequentatore di Gianni Agnelli, Ranieri di Monaco, Aristotele Onassis e dello scià Reza Pahlavi, ma anche presidente del Palermo Calcio e inventore del calciomercato, corridore automobilistico e protagonista del rilancio della Targa Florio, spia fascista durante l. a. guerra civile spagnola e mediatore con i partigiani nella Roma "città aperta" del '43? Marcello Sorgi, con l'accuratezza e il gusto in keeping with los angeles narrazione che lo contraddistinguono, ci restituisce il ritratto eccentrico dell'ultimo, grandioso Gattopardo, in bilico tra stravaganze dannunziane e debolezze brancatiane, le suggestioni della high-quality di una grande dinastia e di un castello che period l. a. sua reggia, le imprese indimenticabili della "vita breve e avventurosa di un dandy, atteso all'incrocio di tutti i grandi eventi del suo tempo".

Show description

Continue reading Il grande dandy: Vita spericolata di Raimondo Lanza di by Marcello Sorgi

Istituzioni del mondo musulmano (Piccola biblioteca Einaudi. by Giorgio Vercellin

By Giorgio Vercellin

L'Islam non è solo una religione, è soprattutto il referente storico e sociale di realtà etniche, culturali, politiche, statuali, esistenti da quasi millecinquecento anni ed estese su un territorio che va dal Marocco all'lndonesia, coinvolgendo oggi oltre un miliardo di individui. Spesso diversissime tra loro, tutte queste realtà sono accomunate non solo da riferimenti alla fede in un Dio Unico (Allah), ma anche da un insieme di «istituzioni musulmane». Ciò awiene sia advert un livello direttamente collegato alla fede (come advert esempio nella preghiera rituale o nel pellegrinaggio alla Mecca), sia in forme piú «secolari» come il rapporto uomini/donne, l'amministrazione della giustizia, l. a. gestione del potere, I'organiuazione urbana, ecc.
Ma l. a. «dimora dell'lslam» (dar al-Islam, ossia il mondo musulmano) è stata caratterizzata anche da altri elementi, come il ruolo determinante delle tribú, con conseguenti interazioni tra sedentari e nomadi; l. a. presenza di forme di schiavitú domestica che portarono degli schiavi advert essere addirittura capi di Stato (i Mamelucchi); l'attiva e positiva presenza di comunità non islamiche (cristiane, ebraiche, hindú) e cosí through. Ovviamente rapporti, forme, ruoli, istituzioni hanno subito nel corso dei secoli profonde evoluzioni, fino ai giorni nostri quando sono spesso stravolti al punto da diventare quasi irriconoscibili.
Questo testo discute appunto da un'ottica nuova le istituzioni che nel corso dei secoli hanno regolato, influenzato, condizionato, fatto progredire o frenato il mondo musulmano.

Show description

Continue reading Istituzioni del mondo musulmano (Piccola biblioteca Einaudi. by Giorgio Vercellin

La Casa Europa: Costruzione, unità, dramma e necessità by Gonzague de Reynold

By Gonzague de Reynold

Che cos’è l’Europa? È essa un continente? Apparentemente no, essendo meglio qualificabile come penisola asiatica. È essa caratterizzata da unità etnica? Proprio no, oggi più che mai. Essa è invece fondata su un’unità culturale tanto che, in step with esempio, Isocrate affermava doversi chiamare «[…] Elleni coloro che hanno in comune con noi los angeles cultura piuttosto che l’origine». In story solco si è collocato anche San Giovanni Paolo II quando, alle soglie del terzo millennio, ha parlato di Europa come di «[…] concetto prevalentemente culturale e storico, che caratterizza una realtà nata come Continente grazie anche alla forza unificante del cristianesimo, il quale ha saputo integrare tra loro popoli e tradition various» (Ecclesia in Europa, n. 108). Dunque, dire «Europa» significa fare riferimento soprattutto a una costruzione culturale, a una «casa comune europea» (Ecclesia in Europa, n. 19) a più stanze, che trascende le basi geografica ed etnica convenzionali. l. a. presente raccolta vuole aiutare a un inquadramento di story identità.

Show description

Continue reading La Casa Europa: Costruzione, unità, dramma e necessità by Gonzague de Reynold

Senza educazione: I rischi della scuola 2.0 (Voci) (Italian by Adolfo Scotto di Luzio

By Adolfo Scotto di Luzio

Le nuove tecnologie fanno bene alla scuola?

Secondo l’autore los angeles scuola 2.0 non solo non migliora los angeles situazione attuale ma compromette ulteriormente le già precarie condizioni di partenza: demolisce l’uguaglianza scolastica approfondendo il divario tra chi possiede beni intellettuali e chi ne è privo; non influisce sui buoni risultati degli studenti che sarebbero tali anche senza il capsule. Un libro provocatorio sul tema dell’educazione come funzione principale della scuola, il cui obiettivo fondamentale deve rimanere l. a. crescita consapevole degli individui.

Show description

Continue reading Senza educazione: I rischi della scuola 2.0 (Voci) (Italian by Adolfo Scotto di Luzio

Atlante culturale del Risorgimento: Lessico del linguaggio by Luca Mannori,Alberto Mario Banti,Marco Meriggi,Antonio

By Luca Mannori,Alberto Mario Banti,Marco Meriggi,Antonio Chiavistelli

Conoscere il Risorgimento attraverso le idee di chi lo ha fatto, attraverso le parole che hanno costituito l'ossatura del vocabolario politico risorgimentale; scrivere una storia della mentalità patriottica che ha reso possibile quella stagione; esplorare il mondo interiore delle élites risorgimentali, «per cercare di capire quali tipi di stimolazioni psicologiche le abbiano concretamente indotte a maturare una sempre più marcata insoddisfazione verso gli assetti istituzionali del loro pace e advert impegnarsi lungo una strada del dissenso politico che nel contesto della Restaurazione presentava rischi e costi (sia personali che politici) straordinariamente elevati»: questo l'intento del quantity, che si presenta come un dizionario ragionato attorno a ventotto lemmi. Un percorso che rende così possibile ricostruire l'ideario politico condiviso da almeno tre generazioni di persone dagli anni Ottanta del Settecento fino all'Unità d'Italia.

Fra le parole chiave, divise in quattro aree tematiche: Associazione, Censura, Decadenza, Costituzione, Diritti/Doveri, Esilio, Libertà, Moderati/Democratici, Opinione pubblica, Papa, Popolo, Rappresentanza, Segreto e società segrete, Unità. Concetti che spiegano in che modo il Risorgimento si è venuto configurando come movimento rivoluzionario e quale sia l. a. distanza culturale che ci separa da esso.

Show description

Continue reading Atlante culturale del Risorgimento: Lessico del linguaggio by Luca Mannori,Alberto Mario Banti,Marco Meriggi,Antonio

La Marina italiana nella seconda guerra mondiale (Italian by James J. Sadkovich,Mauro Pascolat

By James J. Sadkovich,Mauro Pascolat

“Nonostante gli svantaggi, gli italiani bloccarono in line with trentanove lunghi mesi il grosso delle truppe britanniche”
La Marina italiana nella Seconda guerra mondiale è il corposo risultato di un’approfondita indagine storiografica e di una ricerca che ha portato l’Autore a confrontarsi con una straordinaria mole di materiale documentario – pressoché tutto quanto è stato scritto sull’argomento negli ultimi sessant’anni – riguardante le operazioni navali e aeronavali condotte dalla Regia Marina nei trentanove mesi che, dal 1940 al 1943, l. a. videro impegnata in una logorante attività bellica nei teatri di guerra del Mar Mediterraneo durante il secondo conflitto mondiale. In un’opera controcorrente rispetto alla lettura “ufficiale” degli eventi che è stata ispirata dalla predominante storiografia di scuola angloamericana, James J. Sadkovich compie un’analisi che si propone di emendare dagli stereotipi l’operato della forza navale italiana e di offrire una valutazione, sulla base del dato effettuale, del suo apporto bellico, according to lo più sminuito dalla propaganda britannica. l. a. Regia Marina non vinse los angeles guerra, ma – è los angeles conclusione di Sadkovich –, affiancata dall’Aeronautica e con il saltuario concorso del poco affidabile alleato germanico, essa bloccò le forze navali e aeronautiche britanniche e fece dell’Italia l’attore principale dell’Asse negli oltre tre anni della sua belligeranza nel Mediterraneo. Le gesta della Marina italiana durante los angeles Seconda guerra mondiale, finalmente al di là di ogni stereotipo.

Show description

Continue reading La Marina italiana nella seconda guerra mondiale (Italian by James J. Sadkovich,Mauro Pascolat

Piccole storie e grandi ragioni della nostra guerra (Italian by Maria Pezzé-Pascolato

By Maria Pezzé-Pascolato

Piccole storie e grandi ragioni della nostra guerra
Maria Pezzé-Pascolato, pedagogista, scrittrice e insegnante italiana (1869-1933)

Questo libro elettronico presenta «Piccole storie e grandi ragioni della nostra guerra», di Maria Pezzé-Pascolato.

Indice interattivo
- Presentazione
- Fra Una Trincea E L'altra
- Prigionieri
- Bombardamento
- L'ardito
- Nei Cieli E Sotto I Mari
- Come Andò
- E Come Non Andò
- Perchè Facciamo l. a. Guerra
- los angeles Risposta Di Caino
- L'arcobaleno

Show description

Continue reading Piccole storie e grandi ragioni della nostra guerra (Italian by Maria Pezzé-Pascolato

Tornare in Italia: Come i prigionieri trentini in Russia by Simone Attilio Bellezza

By Simone Attilio Bellezza

Il libro ricostruisce le vicende dei soldati trentini che, arruolati dall’esercito austro-ungarico durante los angeles Prima guerra mondiale, caddero prigionieri sul fronte russo. l. a. Russia zarista, nel tentativo di sfruttare le divisioni nazionali dell’Impero asburgico, suggest loro di dichiararsi cittadini italiani e di essere inviati in Italia in line with combattere contro los angeles loro vecchia patria. Dal 1916 il governo italiano accolse parzialmente questa strategia e inviò una missione militare in Russia in step with il recupero di questi italiani irredenti. Tali politiche generarono numerosi dubbi e riflessioni nei trentini, che fino advert allora si erano riconosciuti principalmente in una piccola comunità corrispondente al loro paese o al massimo alla regione. Alcuni, attraverso l’esperienza della prigionia e dell’arruolamento nei Battaglioni neri schierati contro i sovietici, acquisirono un specialty senso di appartenenza italiana e andarono poi a costituire lo zoccolo duro del regime fascista nel Trentino italiano. Altri invece, sfuggiti ai processi di italianizzazione dei campi di prigionia, rimasero fedeli, più che agli Asburgo, alla propria piccola patria trentina. l. a. ricerca è basata sull’analisi di decine di diari e memoriali scritti dagli stessi soldati: questi documenti riportano le avventure quasi epiche dei prigionieri che conobbero tanto los angeles campagna russa quanto il freddo siberiano, tanto il regime nato dalla Rivoluzione d’ottobre quanto le strane usanze delle popolazioni asiatiche incontrate nel viaggio di ritorno. Da tutti emerge il ruolo della religione cattolica come elemento centrale delle identità personali e collettive, e come bussola in line with orientarsi nell’incontro con l’altro.

Show description

Continue reading Tornare in Italia: Come i prigionieri trentini in Russia by Simone Attilio Bellezza

Galileo e l'Inquisizione, Memorie Storico-Critiche Dirette by Marino Marini

By Marino Marini

Galileo e l'Inquisizione, Memorie Storico-Critiche Dirette Alla Roman Accademia di Archeologia by means of Marino Marini.
This publication is a replica of the unique booklet released in 1850 and will have a few imperfections reminiscent of marks or hand-written notes.

Show description

Continue reading Galileo e l'Inquisizione, Memorie Storico-Critiche Dirette by Marino Marini